Tonno spagnolo avariato, allarme in Veneto

Allarme in Veneto per una partita di tonno spagnolo avariata. Come scrive La Tribuna di oggi a pagina 18, le indagini sono partite da un’intossicazione alimentare avvenuta ai danni di due clienti trevigiani che avevano mangiato una pasta al tonno in un locale di Jesolo. Nonostante non sia ancora chiaro se l’episodio sia collegato al pesce arrivato dalla penisola iberiana, l’Usl 4 del Veneto Orientale ha disposto il sequestro delle partite importate.

La misura fa seguito all’avviso inoltrato dal ministero della salute spagnolo che venerdì ha notificato l’insorgenza di 105 focolai di sindrome sgombroide, una patologia che si manifesta con l’ingerimento di pescato avariato contenente istamina e che provoca arrossamenti e pruriti della pelle. Le autorità sanitarie italiane e regionali hanno allertato i venditori finali in quanto il tonno potrebbe essere stato venduto a partire dal 25 aprile in piccole quantità sfuse nelle pescherie. Gli esercenti sono invitati a controllare presso i loro fornitori che il pesce non provenga dalla ditta sospettata (la spagnola “Garciden”).

(ph: 98zero.com)

Tags: ,

Leggi anche questo