BpVi, multa da 3 milioni per mancate informazioni

Tra il gennaio 2014 e il febbraio 2015 BpVi ha posto in essere una «vera e propria campagna promozionale» finalizzata alla vendita di azioni proprie, senza fornire le necessarie informazioni con un prospetto che doveva essere trasmesso a Consob. Per questo, come riporta Sabrina Tomè a pagina 12 del Mattino, la Commissione di Controllo ha aperto un procedimento sanzionatorio nei confronti dell’ex dirigenza della banca, conclusosi con una stangata da 3 milioni di euro.

La delibera è stata pubblicata ieri sul bollettino Consob e segna la conclusione del quinto procedimento, per un totale di sanzioni pari a 9,14 milioni. La Commissione ha rilevato come la banca abbia venduto ai clienti, in contropartita diretta, «rilevanti quantitativi di azioni proprie», in modo «continuativo e sistematico attraverso quella che è risultata essere una vera e propria campagna promozionale e sollecitatoria volta a incentivare i clienti ad acquistare detti titoli azionari sul mercato secondario».