BpVi e Vb, capitale privato: trattative Ue-Italia su sconto

Il governo italiano sta studiando l’ipotesi di chiedere alle autorità Ue uno sconto sulla richiesta di Bruxelles di un ulteriore aumento di capitale privato da circa 1 miliardo per la ricapitalizzazione precauzionale delle ex banche popolari venete. Come scrive Gianni Trovati sul Sole 24 Ore nell’edizione di ieri, il nodo è stato affrontato non solo agli incontri tra il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan e la commissaria Ue alla concorrenza Margrethe Vestager, ma anche nei dialoghi fra il premier Paolo Gentiloni e la cancelliera tedesca Angela Merkel a margine del G7 di Taormina.

«Commissione europea, meccanismo di vigilanza unico e autorità italiane lavorano mano nella mano. Sono in corso contatti costruttivi», ha spiegato un portavoce della commissione Ue. «Il confronto è in atto sia sul piano tecnico sia ai livelli politici più alti», ha confermato invece il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta. Il governo italiano punta in particolare a far leva sulla necessità di tenere a galla l’economia veneta regione fra le più industrializzate d’Europa. Inoltre uno sconto sul miliardo chiesto ai privati permetterebbe di creare più agevolmente una cordata veneta di soggetti interessati ad affiancare lo Stato nell’operazione di salvataggio possibilmente coordinata dalla finanziaria regionale Veneto Sviluppo.

(ph: investireoggi.it)