Unipd, copiano all’esame: tre studenti nei guai

Volevano copiare all’esame di Procedura Civile i tre studenti alla facoltà di Giurisprudenza di Padova finiti in tribunale, una ragazza di Thiene e due ragazzi, da Bassano e Vicenza. Come scrive Nicola Munaro sul Corriere del Veneto di oggi, erano certi di farcela. Talmente certi da essersi vantati e da aver creato un gruppo Whatsapp chiamato “Alla faccia di chi studia”. Ma è stata proprio la loro spavalderia a farli scoprire: la voce è arrivata al preside della facoltà, che ha avvertito la squadra Mobile.

Due agenti in borghese hanno perquisito la ragazza dopo l’esame e hanno trovato un cellulare, un microfono e un auricolare nascosto, un kit in piena regola acquistato su internet per 50 euro. Gli altri due ragazzi erano a casa con i libri per suggerire. La studentessa si è difesa: «era l’unico modo per passare l’esame». Il gip  ha disposto l’imputazione coatta dei tre ragazzi. L’accusa: aver presentato come proprio un elaborato prodotto da altri. Per il gip il comportamento non è affatto da sottovalutare, al contrario di quanto pensa il sostituto procuratore, che aveva chiesto l’archiviazione.

 

FOTO D’ARCHIVIO

Tags: ,