Vitalizi, per evitarli si dovrebbe votare entro il 27 agosto

Quattro anni, sei mesi e un giorno di esercizio del mandato parlamentare: sono questi i requisiti approvati da entrambe le Camere nel 2012 per poter incassare i vitalizi. Il calcolo è presto fatto: la pensione privilegiata scatta il 15 settembre.

Tuttavia, come confermano gli uffici di Montecitorio all’HuffPost, anche in caso di elezioni anticipate a prima del 15 settembre, i cosiddetti vitalizi scatterebbero lo stesso perché le Camere sciolte restano in regime di prorogatio, cioè continuano a esercitare i loro poteri fino a quando non si riuniscono le nuove.

Calcolatrice alla mano, per evitare che scattino i vitalizi si dovrebbe andare a votare non più tardi del 27 agosto. Infatti, il periodo tra la data delle elezioni e la prima riunione delle nuove assemblee è in media di 15 giorni e comunque non oltre 20 giorni, come prescrive l’articolo 61 della Costituzione. Insomma, i parlamentari italiani, salvo sorprese, possono festeggiare.

(Ph: lettera43.it)

 

 

Tags: