Smettere di fumare, si guadagna 1.250 euro all’anno

Oggi è la Giornata Mondiale senza tabacco e l’Osservatorio fumo, alcol e droga dell’Istituto superiore di sanità ha presentato dei dati che dovrebbero far preoccupare. Come riporta La Repubblica, se diminuiscono gli uomini fumatori, sono in aumento le donne tanto da azzerare il divario di genere.

Il fumo uccide una persona ogni sei secondi per un totale di oltre 80 mila decessi all’anno. Secondo l’ultimo report, il 21% della popolazione mondiale adulta è rappresentata da fumatori: 950 milioni di uomini e 177 milioni di donne, per un totale di circa 1,1 miliardi di persone.  In Italia i fumatori sono 11,7 milioni e rappresentano il 22,3% della popolazione.

E’ stato calcolato inoltre che un fumatore italiano in media consuma 5000 sigarette l’anno, pari a 250 pacchetti. Calcolando un costo medio di 5 euro a pacchetto in un anno spende in media 1.250 euro. In trent’anni di tabagismo spende 37.500 euro.

La maggior parte dei fumatori ammette di voler smettere di fumare ma i tentativi, se non pianificati, sono spesso destinati a fallire. L’1% dei fumatori smette senza alcun aiuto, con fatica e con alto rischio di ricaduta, pari al 97%. Da un’indagine condotta dall’associazione di pazienti francesi Ffaair (Federation Francaise de Association et Amicales de Malades Respiratoires) un fumatore su cinque fa almeno tre tentativi per riuscire a smettere, mentre il 70% prova da 4 a 9 volte.

 

 

Tags: