Vicenza, rissa a Campo Marzo. Variati: «espellere quei due»

È polemica a Vicenza dopo la sanguinosa rissa con accoltellamento tra due nigeriani a Campo Marzo a pochi passi dal centro storico. Come scrive Laura Pilastro a pagina 14 del Giornale di Vicenza, tutto l’arco politico condanna duramente il regolamento dei conti avvenuto martedì scorso sotto gli occhi impauriti dei passanti. «I responsabili devono essere puniti con assoluta severità – tuona il sindaco Achille Variati – Vicenza ha dimostrato di essere accogliente verso chi scappa da guerre e persecuzioni – ricorda – ma non è accettabile il comportamento di chi viene nel nostro Paese per delinquere, ancor più grave se in possesso di permesso di soggiorno per motivi umanitari (…) chi si rende protagonista di episodi di degrado e violenza e deve essere allontanato dal nostro territorio o espulso dal Paese». Tuttavia i due nigeriani sono subito tornati in libertà dopo il fermo.

E intanto l’opposizione va all’attacco della giunta: «il Pd e Variati sono incapaci di dare risposte concrete su Campo Marzo. Risse violente e spaccio sono ormai all’ordine del giorno», dice il segretario cittadino della Lega nord, Matteo Celebron, mentre il comitato Energie per Vicenza chiede «di rimuovere l’assessore alla sicurezza Rotondi per la palese inefficienza ed inefficacia dell’azione di prevenzione e controllo». Ma Rotondi replica subito: «non si può pensare che la polizia locale possa risolvere problemi di questa portata», chi attacca l’amministrazione dimostra «la volontà di lucrare un dividendo politico».

(ph: Cronaca Vera – Facebook)

Tags: ,