BpVi e Vb, Lanza: «bail-in irragionevole. Mef trovi capitali privati»

Il presidente di Veneto Banca, Massimo Lanza, ha rilasciato delle dichiarazioni a termine del cda come riportato da Il Sole 24 Ore, spiegando che non ci sono state sostanziali novità nel weekend. «Il bail-in mi sembra irragionevole e siccome credo nella ragionevolezza delle persone… Però leggo delle cose che mi fanno piacere, ad esempio quale sarebbe il costo di un’opzione che io per scaramanzia non dico (il bail-in, ndr)».

Per quanto riguarda le trattative con l’Ue per ottenere uno sconto dal miliardo di capitale privato richiesto, Lanza ha sottolineato che «questa è una questione politica, non stiamo trattando noi. Noi abbiamo fatto un piano, siamo andati a spiegarlo, l’abbiamo discusso, l’abbiamo negoziato, ci hanno fatto la tac. Questo è stato il nostro ruolo, poi c’è il ruolo politico e non sta a noi, sta al Mef».

«I tempi lunghi sono l’unica critica che faccio – ha concluso Lanza – Una banca non è una fabbrica, la banca si basa sulla fiducia e se cominciano a girare voci brutte la fiducia è messa in discussione, quindi il fattore tempo è un problema molto molto molto importante».