Padova, stadio Plebiscito: esposto all’Anac

Il progetto del nuovo stadio di calcio di Padova al Plebiscito è finito all’Anac, l’Autorità nazionale anticorruzione. La segnalazione è stata fatta dall’ex consigliere comunale del Pd Andrea Micalizzi: «Ho buone ragioni per pensare che il mio esposto sia fondato – spiega -. Abbiamo visto tutti, passo dopo passo, i costi di quest’opera gonfiarsi rispetto alle promesse dell’ex sindaco Massimo Bitonci». Come riporta Claudio Malfitano a pagina 10 del Mattino, Micalizzi spiega che «al posto di un unico incarico di progettazione il Comune ha artificiosamente diviso i servizi, aggiudicando senza bando ben cinque incarichi».

Inoltre, «il progetto preliminare non espone in termini realistici i costi complessivi dell’opera né le risorse finanziarie con cui farvi fronte».La previsione infatti è di 3 milioni di euro per il primo stralcio, ma considerati i «costi per gli espropri e i parcheggi, arriviamo a un totale complessivo di oltre 10 milioni». Infine, i fondi necessari per i parcheggi «vengono reperiti non nel bilancio comunale ma posti a carico di un soggetto terzo (Aps) che non li ha nemmeno previsti nel proprio bilancio». Un errore che potrebbe comportare la nullità della delibera di approvazione del progetto esecutivo.

Tags: ,