BpVi e Vb, 40% dipendenti a rischio esubero

Il 40% dei dipendenti di BpVi e Veneto Banca è a rischio esubero: 4 mila dipendenti dei due istituti su circa 11 mila. Il dato è trapelato dalla Commissione Europea. Come riporta Roberta Bassan sul Giornale di Vicenza a pagina 8, dal conteggio vanno sottratte 1.400/1.500 unità, ovvero il personale che dovrebbe seguire la cessione degli asset più importanti, tra cui per esempio Bim. Il numero che rimane è di 2.200 persone.

In questo quadro, la novità è il decreto attuativo sul prolungamento da 5 a 7 anni del periodo di tempo per agevolare il prepensionamento dei bancari in esubero. Nei prepensionamenti a 5 anni sono stati calcolati dai 1.000 ai 1.200 dipendenti, mentre a 7 anni il numero complessivo va dai 1.200 ai 1.500. Pertanto resterebbero dalle 700 alle 1.000 persone non coperte dagli ammortizzatore sociali.