Venezia, faro Spignon diventa eremo per solitari

Il Faro Spignon sarà un luogo di meditazione per turisti solitari in cerca di pace. La struttura, che risale alla metà dell’Ottocento ed è situata davanti al Lido di Venezia, diventerà infatti un mini resort di lusso, dopo essere stato assegnato alla società tedesca Floatel Gmbh a seguito del programma “Valore Paese”, dell’Agenzia del Demanio. “Valore Paese”, come scrive Enrico Tantucci su La Nuova di Venezia di oggi, a pagina 17, ha l’obiettivo di cedere in affitto, tramite una gara evidenza pubblica, alcune strutture in tutta Italia per valorizzarle a scopo turistico o ambientale.

Floatel Gmbh è specializzate nel recuperare fari in Scozia, Spagna e Germania, in Italia ne ha già ristrutturati due: il Faro di Punta Imperatore a Forio D’Ischia e quello di San Domino nelle isole Tremiti. La società avrà in concessione d’uso il faro per 50 anni. Il faro Spignon è alto 15 metri, serviva le barche che arrivavano dal porto di Malamocco, e ha intorno  quattro edifici minori.  Al momento è utilizzato come magazzino e rifugio per i pescatori, ed è stimato per un valore di 2800 euro.)

(ph: panoramio.com)

Tags: ,