Borgo Berga, Italia Nostra & C: «Corte Conti indaghi su danno erariale»

Riceviamo e pubblichiamo una nota delle associazioni Italia Nostra, Legambiente e Comitato anti-abusi sul complesso di Borgo Berga a Vicenza

Le risultanze dell’Autorità nazionale anticorruzione confermano il comportamento illegittimo del Comune in relazione alla mancanza di gara pubblica per la realizzazione delle opere di urbanizzazione e il calcolo “scorretto” dei benefici pubblici rispetto a quelli privati. Di conseguenza l’Anac chiede alla Corte dei Conti di accertare l’esistenza di danno erariale. I rilievi dell’Anac si aggiungono a quelli contenuti nel recente rapporto redatto dagli ispettori del Whc-Icomos che denunciano l’effetto “devastante” del complesso edilizio di Borgo Berga sul territorio. Un “abuso volumetrico” causato dall’innalzamento fittizio dell’originario piano campagna di ben 7 metri.

Ribadiamo che tali risultanze sono il frutto delle denunce di cittadini e Associazioni, oltre che del paziente lavoro svolto dal Corpo Forestale dello Stato le cui risultanze non sono affatto smentite dalla sentenza del Tribunale del Riesame. Ci riferiamo, in particolare, alla grave mancanza delle necessarie certificazioni ambientali (Vas e Vinca) e del mancato rispetto delle distanze dai fiumi, violazione quest’ultima ammessa anche dagli stessi giudici. Alla luce del recente pronunciamento dell’Anac auspichiamo che la Corte dei Conti possa accertare in tempi brevi le eventuali responsabilità per danno erariale in capo agli amministratori pubblici.

Italia Nostra
Legambiente
Comitato contro gli abusi edilizi

Tags: ,