«Vicenza, danni in Capitaniato: Daspo urbano per soldato Usa»

Il consigliere comunale del M5S Daniele Ferrarin chiede al sindaco di Vicenza Achille Variati «se intende procedere con il tanto decantato Daspo urbano» con il militare Usa che nella notte tra venerdì e sabato ha danneggiato la mostra di modellini navali ospitata nella Loggia del Capitaniato. «Una vicenda che si annovera senza dubbio tra le più squallide che la città abbia subito negli ultimi anni», sostiene il consigliere. «Sempre più spesso – prosegue la domanda di attualità presentata in Comune – si assiste ad atti di violenza di militari stranieri verso persone o cose in città: è un tributo che la città deve continuare a pagare nei confronti di accordi militari superati».

Ferrarin punta il dito contro Variati, «pacifista pentito», che ha annunciato di essere al lavoro per l’applicazione dei «provvedimenti previsti dal decreto Minniti relativamente al così detto “Daspo urbano” che dovrebbe, a suo parere, colpire rifugiati, senza tetto, balordi, tossicodipendenti, ladruncoli di biciclette, meritrici e altre figure che mettono in discussione le politiche del “decoro ufficiale” e l’ordine pubblico». Pertanto Ferrarin chiede a sindaco e assessore competente «se è nei loro programmi attuare le richiamata legge Minniti anche nei confronti dei militari stranieri che si rendessero protagonisti di violenza contro la Città e il suo Patrimonio».

Tags: ,