Vicenza, buono spesa per chi va al lavoro in bici

Un rimborso spese chilometrico per chi si reca al lavoro o a scuola pedalando. Questa, scrive Paolo Mutterle sul Giornale di Vicenza a pagina 23, la proposta approvata ieri in Consiglio comunale a Vicenza per incentivare gli spostamenti in bicicletta, ridurre l’impatto ambientale del traffico automobilistico e promuovere stili di vita sani nella popolazione. La mozione, passata con 20 voti favorevoli e 3 astenuti, è stata promossa dai consiglieri Valentina Dovigo (Sel-liste civiche), Daniele Ferrarin (M5S) e Federico Formisano (Pd) e si richiama al Collegato ambientale alla Legge di stabilità 2014.

Per sostenere il progetto, i Comuni di Vicenza, Torri di Quartesolo, Quinto, Dueville e Grisignano avevano chiesto in gennaio al ministero dell’Ambiente un finanziamento da un milione di euro. Ci sono però alcuni ostacoli: in primis la difficoltà di misurare i chilometri fatti dai cittadini; in secondo luogo la mancanza ad oggi di aziende partner disponibili ad investire; terzo e ultimo punto, le criticità viabilistiche specie in zona industriale dove non ci sono infrastrutture adeguate per i ciclisti. «Se arrivano i soldi dal ministero siamo pronti a partire», dichiara l’assessore alla mobilità Antonio Dalla Pozza, ma «personalmente, per semplicità, sarei per l’erogazione di un buono mobilità a chi usa il trasporto pubblico: se un utente fa un nuovo abbonamento dell’autobus la sua scelta è verificabile».

(ph: linkedin)

Tags: ,