Bello Figo a Schio, valanga di polemiche

Ve lo ricordate il rapper 21enne Bello Figo? Di origini ghanesi ma cresciuto a Parma, ha cavalcato l’onda della popolarità basata sulla polemica con pezzi musicali provocatori sull’immigrazione come “Non pago Affitto”. Contro di lui si sono scagliati Matteo Salvini, Alessandra Mussolini e anche il sindaco di Albettone, Joe Formaggio.

Secondo quanto riporta altovicentino.it, Bello Figo sarebbe atteso a Schio il 30 giugno e sono già scoppiate le polemiche. Primo fra tutti Alex Cioni, a capo del comitato PrimaNoi: «un giovane che insulta gli italiani, che si prende gioco della nostra accoglienza, che ironizza sul dramma dei barconi e fa il figo dichiarando nelle sue canzoni, quanto sia bello e divertente vivere alle spalle dei contribuenti in lussuosi alberghi. Mi meraviglio degli organizzatori dell’evento».

Anche Enrico Santini, portavoce di Osa, Ordine Sociale Alto Vicentino, non ci sta: «mi dispiace di dover parlare di un soggetto di questo tipo, ma è chiaro che se verrà organizzata una manifestazione, ci saremo. Questo ragazzo è stato accolto come un disperato, coccolato dalla nostra nazione e adesso ci dobbiamo sopportare i suoi insulti. E’ un moccioso che ci prende in giro e ironizza, sbeffeggiandosi di chi lo ha accolto. E’ assurdo, ma immagino tutti i ragazzini che andranno ad ascoltarlo. Che vergogna».

 

Tags: ,