Pfas, Benedetti (M5S): «ora basta, Miteni deve pagare»

«Adesso chi ha sbagliato deve pagare, ma ancor prima si deve immediatamente agire per impedire che si continui a compromettere in questo modo l’ambiente». È il commento perentorio della deputata Silvia Benedetti, alla luce del rapporto del Noe in merito alla contaminazione da Pfas. «La notizia che arriva dai carabinieri – afferma in un comunicato stampa – è solo la conferma ufficiale e definitiva di una sensazione che molti cittadini che come noi hanno approfondito questa vicenda avevano da tempo: la Miteni non poteva non sapere e non conoscere ciò che usciva dal proprio ciclo produttivo».

«A quest’azienda, come ad altre, è stato concesso fin troppo tempo – prosegue Benedetti -. A questo punto cosa dobbiamo aspettare prima d’impedire a questa stessa azienda di scaricare anche solo un’altra goccia di sostanze perfluoralchiliche pericolose in ambiente? Non è più assolutamente ammissibile – conclude la parlamentare grillina – scendere a compromessi, tanto più con chi ha agito in questo modo. Si impongano immediatamente limiti pari a zero sugli scarichi, il come l’azienda potrà adeguarsi non è problema della collettività, come per l’azienda, evidentemente, non è stato un problema preoccuparsi di quel che per anni causava alla collettività. La Miteni ha già guadagnato fin troppo sulla salute della gente e del territorio, ora basta».

Tags: ,