Champs-Elysées, auto contro polizia: «atto terroristico»

Momenti di paura poco fa a Parigi dove un uomo si è lanciato volontariamente con la propria vettura, che poi ha preso fuoco, contro un furgone della polizia sugli Champs-Elysées. Le forze dell’ordine hanno invitato ad evitare l’area che è stata nel frattempo transennata.

Secondo gli aggiornamenti su Twitter dell’inviata della CNN Melissa Bell, l’uomo era armato e probabilmente è morto. La polizia avrebbe dichiarato che erano loro l’obbiettivo dell’attacco. E’ stata aperta un’inchiesta antiterrorismo.

+++AGGIORNAMENTO 17:54+++
Fonti del ministero dell’Interno parlano di «atto terroristico». L’uomo alla guida è morto. Il ministro dell’Interno, Gerard Collomb precisa: «ancora una volta le forze di sicurezza in Francia sono state colpite con questo tentativo di attentato sugli Champs-Elysées. Nell’auto – aggiunge – c’erano un certo numero di armi ed esplosivi che avrebbero dovuto consentire di far esplodere il veicolo». Collomb conferma infine «l’alto livello di minaccia terroristica» e la necessità di varare la nuova legge antiterrorismo promessa dal presidente Macron. Il quotidiano Le Parisien riferisce che l’uomo è nato nel 1985 ad Argenteuil (Val-d’Oise) ed era schedato con la lettera “S”, sigla riservata per i sospetti radicalizzati.