«Pd Verona, dimissioni Salemi e Albertini doverose»

Le dimissioni del segretario provinciale del Pd veronese Alessio Albertini e della ormai ex candidata sindaca Orietta Salemi (in foto)? «Sono doverose, avendo fatto di tutto per farci perdere l’unica occasione di arrivare al ballottaggio e, chissà, anche più in là». Lo dice Giorgio Furlani, consigliere uscente del Pd in una nota pubblicata da Enrico Giardini su l’Arena a pagina 7. «A sei mesi dalle elezioni litigano con il bravo capogruppo comunale Bertucco che si era speso su temi difficili e rischiosi –  aggiunge – Sfumate tutte le ipotesi di candidatura a sindaco non hanno saputo chiudere sull’investitura di Trevisi, che in quel momento rappresentava l’unica figura in grado di tener insieme tutto il centrosinistra e che probabilmente ci avrebbe fatto vincere».

«Nelle liste Pd hanno candidato persone che hanno portato al partito poche decine di voti, lasciandone fuori altre che nelle elezioni passate ne avevano totalizzati centinaia. Ora – conclude Furlani – non sanno più da che parte girarsi davanti alla sponsorizzazione di Tosi da parte di Ricci. Ci stanno chiedendo di rimangiarci 10 anni di impegno per il territorio dove il Pd è diventato primo partito in cinque circoscrizioni su otto».

Tags: ,