Verona, Sboarina a Zenti: «sì ad assessorato famiglia»

«Sì all’assessorato alla Famiglia e sì al lavoro di squadra per ottenere le sinergie necessarie alla buona amministrazione. E’ questa la mia risposta alla lettera che monsignor Zenti ha pubblicato sul settimanale diocesano Verona Fedele in vista del ballottaggio». Così in una nota il candidato sindaco del centrodestra Federico Sboarina. «Nel programma della mia coalizione, molta parte è dedicata al tema delle famiglie e un assessorato che se ne curi in maniera precisa è una naturale conseguenza», aggiunge Sboarina. Tra gli interventi per la famiglia, spiega, ci sono misure per «favorire l’occupazione dei giovani e il reinserimento professionale degli ultra 50enni (…) ma anche trattamenti mirati per le famiglie numerose e soprattutto per quelle in difficoltà economica».

«Altra azione significativa – aggiunge Sboarina – è quella dell’applicazione del cosiddetto “Fattore Famiglia”, già in uso in alcuni Comuni virtuosi, che prevede il calcolo dell’Isee attraverso nuovi parametri che fotografano meglio la realtà dei nuclei familiari (…) Essere dalla parte delle famiglie vuole dire – conclude – lavorare per una città senza slot machine ma con spazi che favoriscano lo scambio intergenerazionale, la socialità nei quartieri e l’armonizzazione di tempi della famiglia e del lavoro. Ma vuol dire anche agire da subito sul problema della denatalità, che come mostrano i recenti dati colpisce anche Verona, cercando soluzioni per agevolare le giovani coppie e pensare servizi per le neomamme».

Tags: ,