Ius soli, se passa legge 100 mila nuovi veneti

100 mila nuovi veneti. Questo l’impatto nella nostra regione se dovesse passare la legge sullo “Ius soli” sostenuta da Pd e Sinistra Italiana nella discussione in Parlamento (contrari, oltre alla Lega, il Movimento Cinque Stelle e Forza Italia). Come scrive Marco Bonet sul Corriere del Veneto a pagina 7, secondo le stime della Fondazione Leone Moressa, la legge sul riconoscimento della cittadinanza per i nati in Italia da genitori stranieri, di cui almeno uno residente da 5 anni e in possesso del permesso di soggiorno di lungo periodo (“ius soli temperato”), coinvolgerebbe 82 mila bambini.

Lo “ius culturae”, ovvero la parte di legge che riguarda invece chi è arrivato in Italia entro i 12 anni e ha frequentato un ciclo scolastico per almeno 5 anni, ne convolgerebbe altri 15 mila. Con la nuova legge i nuovi cittadini veneti sarebbero quindi complessivamente 97 mila, il 2% della popolazione della nostra regione. Secondo la Fondazione Moressa infine, a questo dato si dovrebbero aggiungere le potenziali richieste di cittadinanza che potrebbero venire avanzate ogni anno dagli aventi diritto: si tratta di 6 mila nuovi nati in Veneto (ius soli) più mille all’estero (ius culturae) per un totale di 7 mila all’anno.

(ph: meltingpot.org)