Bacciga (Sboarina): «gender a scuola, Bisinella è pro o contro?»

Andrea Bacciga, candidato al consiglio comunale di Verona per “Sboarina Sindaco” (in foto), indirizza una lettera alla sfidante Patrizia Bisinella per avere «alcuni chiarimenti in merito alla sua posizione sull’educazione di genere». Bacciga ricorda che la senatrice Bisinella «è stata cofirmataria del disegno di legge S. 1680 nella sua prima stesura, firma poi ritirata nel corso del 2015». La scorsa settimana, la candidata di Fare ha poi dichiarato che «hanno prodotto e stanno facendo girare sui social e anche via messaggini delle grafiche che configurano vere e proprie menzogne. In una dicono che io avrei firmato una proposta di legge che aprirebbe all’educazione di genere. Cosa non vera». Tuttavia, fa notare Bacciga, «l’apposizione della firma risulta dalla scheda tecnica presente sul sito del Senato» .

«La questione preoccupa la comunità dei veronesi», afferma il candidato consigliere, che conclude rivolgendo una serie di domande a Bisinella: «come mai lei ha mentito ai cittadini veronesi, sostenendo di non aver mai firmato il ddl? Come mai Lei ha sottoscritto questo ddl? Come mai Lei ha, successivamente, ritirato la firma? C’entra qualcosa il progetto politico che ha deciso di intraprendere con il suo compagno Flavio Tosi? Che posizione ha, ora, sull’insegnamento di genere e in generale sulle differenze biologiche e sociali tra uomo e donna? Che cosa intende fare in merito a questa tematica nel caso Lei venisse eletta Sindaco?».

Tags: ,