Borgo Berga, Variati: «Bortoli rimane al suo posto»

Il direttore generale del Comune di Vicenza, Antonio Bortoli (in foto), rimane al suo posto. Come scrive il Giornale di Vicenza a pagina 12, ieri il Consiglio comunale ha respinto la mozione del Movimento 5 Stelle che ne chiedeva la rimozione per le indagini sull’abuso edilizio al complesso di Borgo Berga. Bortoli, indagato per abuso d’ufficio e lottizzazione abusiva, era stato interrogato sulla vicenda dal procuratore Antonino Cappelleri ma si era avvalso della facoltà di non rispondere. «Con lui – ha affermato ieri il sindaco Achille Variati – ho sempre avuto un rapporto di fiducia. A suo tempo lo scelsi perché completamente estraneo alla vita della città. Continuo a pensarla così fino a prova contraria di colpevolezza».

«Avrei preferito – ammette il sindaco- che Bortoli con le sue conoscenze e con la sua verità avesse risposto alle domande del procuratore; mi ha detto comunque che non intende rimanere in silenzio ma replicherà. Ecco perché chiederà di essere interrogato una volta che avverrà il deposito delle indagini, in modo tale da capire su cosa e di quali atti è accusato; per poter rispondere nell’ottica della verità. Ho riflettuto sulla revoca del contratto amministrativo e sulla possibilità di togliere la fiducia al direttore generale, ma avvalersi della facoltà di non rispondere non poteva essere condizione sufficiente e sostenibile per cambiare un contratto».

Tags: ,