Dottoressa uccisa a coltellate, presunto killer trovato morto

Era ricercato da ieri, da quando gli inquirenti avevano trovato un collegamento tra lui e la dottoressa uccisa a coltellate nel parcheggio davanti all’ospedale di Sant’Omero (Teramo) dove lavorava. La donna aveva denunciato più volte uno stalker che la perseguitava da un paio d’anni.

Come riporta La Repubblica, in mattinata l’uomo è stato trovato morto, probabilmente suicida, in un appartamento i Martinsicuro (Teramo). Si sarebbe impiccato. Sono in corso le verifiche da parte degli inquirenti per confermare che sia lo stalker denunciato dalla vittima. La dottoressa lascia due figli di 14 e 16 anni.

Il capo della Polizia Gabrielli: «Per noi questa vicenda è sicuramente una grande sconfitta. Purtroppo questo può accadere. Questi comportamenti hanno una gamma di modalità di che può portare anche a situazioni tragiche ma non è che possiamo incarcerare tutti gli stalker». Il capo della Polizia ha comunque sottolineato l’importanza della denuncia: «è l’unico strumento perché le forze di polizia, la magistratura siano in grado di poter adeguatamente intervenire». Ed infine ha esortato alla prevenzione «soprattutto di natura culturale. Io credo che ancora un passo significativo su questo versante debba essere fatto».

 

Tags: