Wc in dono a autorità, Conte Emo: «la mia villa se la ride»

Con una beffarda email inviata alle sue “vittime” il conte Leonardo Emo Capodilista chiude l’ironica vicenda dei water. Come scrive Alessia De Marchi su La Tribuna a pagina 21, il conte aveva consegnato le tazze in preziosa ceramica Dolomite a 20 personalità di spicco del mondo della politica dell’economia e della cultura come gesto di protesta per riaccendere l’attenzione su villa Emo, trascurata secondo lui dalla gestione della banca che la prese in carico dal 2004. «Bene signori! – scrive Leonardo Emo – vedo buoni segnali di vitalità. Porta bene! La villa vive, ride e si diverte. Avevo bisogno di scambiare una rinnovata carezza con Lei, che mi ha allevato e mi regala sempre vita nuova e vivacità. Ciao cari».

Per ora i destinatari del water originale (il presidente della Bcc, Piero Pignata) e delle diciannove repliche (tra cui Luca Zaia, Philippe Daverio, Massimo Cacciari e Vittorio Sgarbi) non hanno risposto alla bizzarra e provocatoria mail del conte. Il tutto era partito da una controversia tra il conte e la bcc sulla conservazione dell’archivio storico di proprietà della famiglia Emo Capodilista in carico alla banca.

(ph: wikipedia.org)

Tags: ,