BpVi e Vb, Bersani: «serviva contenzioso con Ue»

Pierluigi Bersani (Mdp, in foto) interviene sulle banche venete al termine dell’assemblea di Centro Democratico a Napoli, come riporta il Gazzettino: «bisognava andare in contenzioso con l’Unione Europa sulla natura del fondo di garanzia a tutela dei consumatori, per consentire che intervenisse su Banca Etruria prima e sulle banche venete oggi».

«Molti di questi guai – dichiara Bersani – derivano da un cavillo e cioè se il fondo di garanzia a tutela dei risparmi, che è una sorta di fondo consortile delle banche, sia o no un soggetto privato. La vigilanza Europa ha detto che è un soggetto pubblico. Ma se fosse stato riconosciuto che quel fondo ha una natura privata, il meccanismo di risoluzione sarebbe stato molto ma molto meno costoso. Io sarei andato alla corte di Lussemburgo per dirimere questa cosa». «Adesso – ha concluso Bersani – le due soluzioni possibili sono una più pesante dell’altra».