Verona, sputi a carabiniere: «ho paura solo di Allah»

«Razzisti, mi fate schifo. Io devo rendere conto solo ad Allah, ho paura soltanto di lui». Così A.B., algerino di 26 anni senza fissa dimora, ha inveito contro un’agente dei carabinieri donna di pattuglia nel parcheggio del lido Campanello a Verona. Come riporta il Corriere del Veneto di oggi nell’edizione di Verona a pagina 11, l’uomo, insieme a un altro nordafricano, si aggirava con uno zaino sospetto. Fermato dall’agente, ha subito perso le staffe e iniziato a sputare il gelato che stava mangiando addosso alla carabiniera.

Una volta portato in caserma l’algerino ha continuato a dimenarsi fino a rompere l’impianto di condizionamento della saletta d’attesa dove era ospitato. La furia del giovane non si è fermata nemmeno quando gli agenti hanno provato a portarlo in tribunale per il processo per direttissima tanto che il giudice ha dovuto convalidare in sua assenza l’arresto per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. L’uomo, ora in carcere a Montorio, è atteso oggi in aula per l’interrogatorio.

 

Tags: ,