Nuovo ospedale Padova, Zaia: «con Giordani può saltare tutto»

«Attenzione perché avanti di questo passo c’è il serio rischio che l’ospedale non si faccia più». Così, in un articolo di Marco Bonet e Alessandro Macciò sul Corriere del Veneto a pagina 8, il governatore del Veneto Luca Zaia interviene sulla questione del nuovo ospedale di Padova. Zaia teme che, con l’avvento della nuova giunta di centrosinistra guidata da Sergio Giordani favorevole all’opzione “nuovo su vecchio” (ristrutturazione struttura esistente a Padova Ovest), tramonti definitivamente il progetto del nuovo polo da 650 milioni voluto dalla giunta dell’ex sindaco leghista massimo Bitonci.

«Incontrerò Giordani – afferma Zaia -, ho il massimo rispetto per i sindaci e le loro opinioni ma confido che si ravveda e credo proprio sarà così. È un neofita della materia, come lo siamo stati tutti, e tutti all’inizio abbiamo ritenuto che “nuovo su vecchio” fosse la soluzione migliore da adottare. Poi cominciano i confronti con i tecnici – prosegue il governatore – e allora cambia tutto (…) i pareri dei tecnici, condivisi dall’università, sono sempre gli stessi: aprire un cantiere lì è impossibile. E io mi fido di loro, difendo il loro parere fino in fondo». «Abbiamo solo presentato una proposta costruttiva – replica Giordani – se i nostri interlocutori ci dimostreranno che la proposta non va bene non ci sarà nessun problema».

Tags: ,