Verona, il renziano Ricci: «giusto votare Bisinella»

«Su Verona non potevamo tenere altre posizioni. Di fatto ci siamo trovati nella posizione di non poter far vincere la Lega Nord». Così, intervistato da Silvia Maria Dubois sull’edizione di Verona del Corriere del Veneto di oggi a pagina 5, Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e responsabile degli Enti locali del Partito democratico nazionale (in foto), difende il suo appello ad appoggiare la candidata tosiana Patrizia Bisinella al ballottaggio delle ultime elezioni amministrative. La decisione si è poi rivoltata contro i democratici portando alla vittoria del centrodestra di Federico Sboarina e alle dimissioni delle due segreterie, provinciale (Alessio Albertini) e cittadina (Orietta Salemi).

«Sarebbe stato un grosso errore politico sperare di restare imparziali fra un centrodestra con componente leghista e populista e una formazione di stampo civico – ribadisce Ricci -. Era giusto, dunque, ai ballottaggi, appoggiare i sindaci legati al territorio con liste civiche. Ma posso capire parte del nostro elettorato che ha fatto estremamente fatica ad accettare questa scelta». «Tosi è stato un interlocutore importante per noi a livello nazionale, soprattutto al referendum (sulla Costituzione, ndr), questo è un dato chiaro a tutti. Capisco l’imbarazzo di chi è stato all’opposizione per dieci anni, in città, ma in questo momento serviva arginare il rischio di far vincere l’altra coalizione: ecco spiegato l’appoggio alla civica di Bisinella».

(ph: https://www.facebook.com/matteoriccipesaro/)

Tags: ,