Attacco hacker alla Gaspardo, 650 dipendenti a casa

Martedì 27 giugno un attacco hacker alla Maschio Gaspardo ha costretto i suoi 650 dipendenti a rimanere a casa. Come scrive Monica Zicchiero sul Corriere del Veneto a pagina 7, i sistemi informatici sono stati bloccati ormai da tre giorni per prevenire ulteriori danni alla normale attività produttiva e impedire il contagio anche alle sedi dislocate all’estero. L’azienda padovana di macchinari agricoli chiederà la cassa integrazione per i lavoratori fino a domani nell’attesa di ripristinare la produzione.

L’attacco è stato opera di un “ransomware”, un virus che limita l’accesso al sistema operativo e richiede un riscatto per sbloccare i contenuti. L’attacco avrebbe origine in Ucraina paese nel quale la stessa multinazionale Gaspardo ha uno dei suoi stabilimenti. L’azienda ha fatto sapere che le tre fabbriche di Campodarsego, Cadoneghe e Morsano al Tagliamento riapriranno lunedì.

Tags: ,