Migranti, Tosi polemizza con vescovo Zenti

E’ passata ormai una settimana dalla vittoria al ballottaggio di Federico Sboarina su Patrizia Bisinella ma le polemiche non accennano a diminuire. L’ex sindaco di Verona, Flavio Tosi, compagno di Bisinella, come riporta l’Arena, attacca il vescovo della città, Giuseppe Zenti, accusandolo di aver appoggiato la Lega Nord e il candidato vincente di centrodestra Sboarina durante la campagna per le amministrative.

Le polemiche partono dalle politiche di accoglienza e dall’arrivo a Verona di altri 11 migranti: «dopo i proclami di Sboarina e di Salvini in campagna elettorale (secondo loro il Sindaco avrebbe potuto impedire l’arrivo in città di nuovi migranti) finalmente si sono accorti che la gestione dell’accoglienza dei profughi fa capo alla Prefettura: benvenuto nel mondo reale a Federico Sboarina!».

«Sarà entusiasta anche sua Eccellenza Mons. Zenti, il quale aveva prima sostenuto la Lega di Verona (e quindi Sboarina), difendendone la bontà e differenziandola da Salvini e poi chiesto addirittura al candidato del Partito della Famiglia di apparentarsi al ballottaggio sempre con la Lega e Sboarina: ha visto Monsignore quanto è buona e diversa da Salvini la Lega di Verona, quanto si differenzia Sboarina?».