«Venezia e turismo, problemi ci sono ma alcuni enfatizzati»

La soprintendente Renata Codello, segretaria regionale del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo per il Veneto, intervistata dal Corriere della Sera, torna a parlare di Venezia e della questione turismo. «Il rapporto tra residenti e turisti è un problema, ma alcuni aspetti sono enfatizzati: meglio affrontare 20 milioni di turisti a Venezia che 20 milioni di auto a Roma». Inoltre, continua Codello «i veneziani hanno disagio da affollamento, ma molti cedono le proprie case ai turisti per avere una rendita. C’è da sperare che la nuova delibera limiti i cambi di destinazione d’uso».

La Codello propone delle soluzioni che potrebbero ovviare al problema: «il ticket non è in considerazione. Bisogna far pagare una tassa di soggiorno ai Bed and Breakfast e agli alloggi turistici. Il costo in più dei rifiuti per i turisti è di molti milioni. L’idea tornelli è respingente, bisogna limitare il massimo affollamento nell’area marciana con strumenti tecnologici di informazione».

Ph: http://piazzasanmarco.org

Tags: ,