BpVi e Vb, Zanetti: «Padoan, ecco come si poteva fare meglio»

Enrico Zanetti, segretario di Scelta Civica e viceministro all’Economia del governo Renzi, sulla sua pagina Facebook questa mattina ha pubblicato un post dal titolo: banche venete: caro ministro Padoan, ecco qua come si poteva fare meglio.

«È abbastanza triste leggere nella relazione scritta di Bankitalia alla Commissione Finanze della Camera che la procedura di selezione delle offerte per le banche venete è stata aperta e trasparente – scrive Zanetti -. Il data room è stato aperto in fretta e furia venerdì 15 giugno con obbligo di presentare una offerta vincolante per il proponente già entro mercoledì 20 giugno e senza due diligence. Qualcosa di semplicemente impossibile per qualsiasi gruppo serio».

«Questo non per dire che non sia un gruppo serio Banca Intesa Sanpaolo, che tra l’altro già martedì su mercoledì rendeva note le sue condizioni alla stampa, ma per dire che, proprio perché è un gruppo serio, con ogni probabilità aveva un dossier già aperto da marzo o giù di lì con informazioni non disponibili per gli altri operatori per lo meno fino a venerdì 15 giugno», spiega il segretario di Scelta Civica.

«Con una procedura realmente trasparente e aperta, attivata a marzo o aprile e con una finestra di approfondimento adeguatamente ampia per proporre l’offerta vincolante, le condizioni cui lo Stato era disponibile avrebbero consentito di incassare non 1 euro, ma per lo meno tra i 500 e i 700 milioni oltre a minori garanzie. Il Ministro Padoan – conclude Zanetti – sfida a dimostrare che si poteva fare meglio: ecco qua e del resto ci voleva poco».

Tags: , , ,

Leggi anche questo