Pfas, M5S: «Veneto Acque avvii lavori su rete idrica»

Riceviamo e pubblichiamo un intervento dei consiglieri comunali del Movimento 5 stelle dei Comuni di Caldogno, Montecchio Maggiore e Noventa Vicentina sull’inquinamento da Pfas in Veneto.

I consiglieri comunali del Movimento 5 stelle dei Comuni di Caldogno, Montecchio Maggiore e Noventa Vicentina hanno scritto una lettera a Veneto Acque per sollecitare l’avvio dei lavori di interconnessione idrica, necessari a risolvere l’inquinamento da Pfas nel Veneto. Con delibera di Giunta n. 385 del 28 marzo 2017 la Regione Veneto ha infatti assegnato a questa società, coadiuvata dai gestori del servizio idrico integrato, il compito di progettare le soluzioni tecniche per le infrastrutture idriche. Ad oggi però non è ancora chiaro lo stato di avanzamento dei lavori anche se sembrerebbe che i gestori avessero presentato dei progetti alla Regione. La preoccupazione dei consiglieri del 5 Stelle è quella di scongiurare il rimpallo di responsabilità che potrebbe crearsi tra Veneto acque e i gestori del servizio idrico integrato in una vicendevole attesa di disposizioni reciproche.

I Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle ritengono che nella situazione di emergenza da Pfas che coinvolge il Veneto, vi debba essere un’iniziativa sollecita per voler superare le lentezze burocratiche da parte di tutti i soggetti competenti. Alcuni interventi nei Comuni in zona rossa, come ad esempio Noventa Vicentina e Sossano, potrebbero essere risolti con l’intervento in breve tempo diretto dal gestore Acque Vicentine così come per gli altri Comuni in carico agli altri gestori. In contemporanea Veneto Acque potrebbe avviare quei progetti che permetterebbero al Veneto di gestire le emergenze idriche. Quella sensazione di “immobilismo” che si percepisce quando si tratta di difendere l’acqua come un bene prezioso della collettività sempre più esposto a rischio di inquinamento e alle alterazioni climatiche, rivela una sorta di miopia che porta a considerare l’azione tecnica diversa dall’azione politica. I consiglieri comunali del Movimento 5 stelle richiamano pertanto l’attenzione dei soggetti competenti affinché il loro impegno tecnico sia solerte ed efficace.

Sonia Perenzoni (per Montecchio Maggiore)
Marilì Lunardello (per Caldogno)
Maria Pia Dall’Armellina (per Noventa Vicentina)