Padoan: «piccoli azionisti non possono gravare su contribuenti»

«Anche i piccoli azionisti possono essere considerati vittime di comportamenti illeciti, ma gli effetti delle loro scelte e di comportamenti impropri degli amministratori non possono gravare sulle tasche di tutti gli altri contribuenti». Queste le parole pronunciate dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan e riportate da borsaitaliana.it, in risposta ad un’interrogazione della Lega sui ristori per i risparmiatori delle banche venete.

Padoan ha inoltre precisato che «purtroppo non esiste possibilità di deroga per coloro che invece hanno acquistato azioni, perchè chi compra azioni di una società, anche di una banca, si assume il rischio elevato di vedere completamente azzerato l’investimento. Non si può intervenire con un’intervento posto a carico anche di contribuenti che non sono in grado di effettuare alcun risparmio, nè investimento e che non hanno a disposizione redditi e patrimoni», ha concluso Padoan.