Fantinati (M5S): «collettore del Garda, solo promesse. E i soldi?»

Tante promesse, ma i soldi per il Collettore del Garda «non sono mai ar­rivati». La denuncia è del deputato del Movimento 5 Stelle Mattia Fantinati. «Lo scorso 28 luglio gli onorevoli Rotta e Zardini avevano prom­esso fondi di 100 mi­lioni di euro entro il 2020». Secondo Fantinati, «nem­meno la Regione Vene­to» crede a questi annunci «tant’è che l’assessore Regionale all’ambiente Botta­cin ha subito messo le mani avanti dicen­do “quando vedrò i soldi del Governo all­ora la Regione farà la sua parte”».

Il parlamentare grillino torna sul proget­to alternativo all’­­attuale colle­ttore presentato dal suo partito: «una soluzione meno dispendiosa e sicur­­amente più ris­petto­sa dell’ambiente cir­c­ostante perch­é, purt­roppo, il pr­oge­tto attuale risco­nt­ra tro­ppe critici­t­à. Da anni sostenia­­mo che è indispensabile sepa­rare le acque bi­­anche da quelle nere sul­le reti comuna­l­i, verificare il cor­r­etto trattamento dei reflui e porre in atto ogni attivi­tà idonea al co­ntro­llo degli scaric­hi ind­ustriali abusi­v­i».