Fattura in lire, Regione paga in euro: danno da mezzo milione

Nel 2010 l’Ufficio Scolastico Regionale ha pagato in euro una fattura in lire per l’acquisto di 2 mila buste e mille cartoncini. Risultato, la spesa è aumentata di quasi mezzo milione di euro. La somma dovuta all’azienda tipografica per il materiale di cartoleria era infatti di poco più di 250 euro, ma lo Stato ne ha sborsati oltre 49o mila. Per l’errore dovrà pagare l’ex vice direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, il trevigiano Roberto Spampinato, che era delegato alla firma dei provvedimenti di spesa.

Come riporta Sabrina Tomè sul Mattino, il dirigente è stato condannato dalla Corte dei Conti del Veneto con sentenza depositata ieri, al risarcimento del danno patrimoniale in favore del Ministero dell’Istruzione. La somma che è chiamato a versare è di 98.098 euro, il 20% del danno complessivo, a cui si aggiungono gli interessi e le spese di giudizio. Le restanti percentuali erano a carico di altri dipendenti dell’Ufficio, poi scagionati.