«Bandiera veneta obbligatoria, governo impugni la legge»

Il presidente del gruppo di Articolo UNO – Mdp in Consiglio regionale, Piero Ruzzante, informa con una nota di aver inviato al governo una segnalazione in merito alla Legge regionale n. 28 del 5 settembre che impone di esporre la bandiera regionale fuori dagli uffici pubblici. «L’ufficio legislativo del Consiglio regionale del Veneto li aveva avvisati: la norma che state votando è illegittima, non si possono obbligare Prefetture e uffici periferici delle amministrazioni statali ad esporre la bandiera di San Marco all’esterno delle loro sedi. I leghisti, assieme ai colleghi azzurri, hanno deciso di votarla lo stesso.

«Il Leone di San Marco viene usato ancora una volta per biechi fini di propaganda, fra l’altro neppure rispettosi della storia fatta di apertura e accoglienza della Serenissima. Dopo il parere dei tecnici del Consiglio ho ritenuto di non votare il testo – prosegue Ruzzante. Adesso chiedo al governo di impugnare la legge di fronte alla Corte costituzionale: è inaccettabile che i leghisti sfruttino il Veneto ed i suoi simboli per fare propaganda, nel vano tentativo di racimolare qualche voto al referendum-truffa di Zaia. Quando smetteranno di far perdere tempo al Consiglio regionale?».

Tags: