Mestre, eroina killer: nona vittima in 20 giorni

Un 27enne con problemi di tossicodipendenza è stato trovato senza vita dai genitori nella sua stanza dell’abitazione dove risiedeva in via Ca’ Rossa a Mestre. Come scrive Carlo Mion su La Nuova Venezia a pagina 26, a nulla sono valsi i tentativi da parte dei sanitari del Suem di far riprendere coscienza al figlio. Accanto al corpo non sono state rinvenute siringhe o altri strumenti che possano far pensare ad una morte per overdose. Ma gli inquirenti sospettano che dietro il decesso del ragazzo ci sia comunque un problema legato al suo uso frequente di eroina.

Il 27enne è la nona vittima per droga in soli venti giorni in città. Gli ultimi decessi fra i giovani spiegano gli inquirenti, sono stati causati da una partita di eroina più pura del normale a cui i tossicodipendenti non sono abituati e che sarebbe stata portata in città da spacciatori nigeriani che cercano disoffiare il controllo del mercato ai pusher tunisini.

Tags: ,

Leggi anche questo