Pfas, Roma al Veneto: «no a limiti nazionali»

«Il ministero dell’Ambiente ha respinto la richiesta, avanzata dal Veneto, di estendere a tutto il territorio nazionale i valori-limite per l’inquinamento da sostanze perfluoroalchiliche». Così gli assessori regionali Gianpaolo Bottacin (Ambiente) e Luca Coletto (Sanità) commentano in una nota la decisione del ministero di considerare, sulla base dei dati raccolti, la contaminazione da Pfas limitata esclusivamente al Veneto. Non avendo rilevato tracce di inquinamento a livelli critici anche in altre Regioni, il governo non ritiene necessario intervenire a livello legislativo su scala nazionale.

«Prendiamo atto con sbigottimento che, secondo il Governo nazionale e i suoi organismi tecnici, questo problema in Italia non esiste – commentano Bottacin e Coletto – Ponzio Pilato, al confronto, era dilettante». I consiglieri regionali concludono chiedendo al governo di stanziare gli 80 milioni promessi per gli interventi sulle fonti di approvvigionamento idrico e sugli acquedotti.