Operata ad un’ernia, muore dopo una settimana di agonia

Una 61enne di Caorle era stata ricoverata al Policlinico San Giorgio di Pordenone il 6 settembre per un’operazione di routine per rimuovere un’ernia gastrica. Come scrive la Nuova, nonostante lamentasse forti dolori al fianco, l’11 settembre viene dimessa con l’indicazione di rivolgersi al proprio medico di famiglia nel caso il dolore persistesse. La donna, a causa del dolore ormai insopportabile, il 13 settembre chiama il proprio medico che le prescrive un analgesico.

Nella notte tra mercoledì 13 e giovedì 14 settembre la situazione precipita: la 61enne fatica a respirare e poco dopo inizia ad uscirle sangue dalla bocca e dal naso. Il marito allerta immediatamente il 118 ma quando i sanitari arrivano è già troppo tardi. L’uomo ha presentato un esposto alla Procura di Pordenone che ha aperto un procedimento penale per omicidio colposo, iscrivendo nel registro degli indagati sette medici e un’infermiera. E’ stata disposta l’autopsia.

 

 

Tags: ,

Leggi anche questo