“Prima i Trevigiani”: «chiudere il bar Mokita»

Il comitato Prima i Trevigiani interviene con una nota sull’ultimo episodio di cronaca al bar Mokita di via Sant’Angelo, dove la polizia ha fermato un marocchino ventenne, clandestino con vari precedenti penali, con in tasca un coltello. Numerosi altri casi sono avvenuti nel «peggior bar della città», che è stato «già chiuso due volte per spaccio nel lontano 2006». Per questo, «i residenti della zona assieme al comitato Prima i Trevigiani, chiedono che questo locale venga chiuso» una volta per tutte, «ridando dignità a quella zona ed eliminando il degrado che inevitabilmente crea un bar del genere all’interno del quartiere».

Davide Visentin, referente del comitato e residente della zona, chiede inoltre «un incontro, che dovrà arrivare nell’immediato, ad Amministrazione comunale, polizia locale e questura per trovare una soluzione a questo grave problema. Soluzione che non accetteremo se fosse un’altra, l’ennesima, chiusura temporanea. Se i gestori non riescono ad allontanare certa gente, o forse non ne hanno interesse, è ora che quel posto chiuda».

 

Tags: ,