Sindaco Montagnana: «acqua a “Pfas 0” o non paghiamo bollette»

Il sindaco di Montagnana, Loredana Borghesan, si prepara alla disobbedienza civile se a breve non si arriverà all’acqua a “Pfas zero” nel suo Comune. Come scrive Nicola Cesaro sul Mattino a pagina 38, Borghesan intende presentare domani sera in consiglio comunale una mozione per chiedere agli enti competenti (Ministero dell’Ambiente, Regione e gestori del servizio idrico) di stabilire un cronoprogramma dettagliato per alcune opere idriche in zona in grado dsi assicurare acqua pulita alla città. In caso contrario sarà lanciata una battaglia civile che «potrebbe sfociare nel rifiuto di pagare la tariffa del servizio idrico».

«Si tratta di un’azione politica di indirizzo forte e convinta – spiega il sindaco -. A Montagnana la disobbedienza civile sarà un atto estremo, ma a questo punto necessario per far valere, trasversalmente – come amministrazione ma anche come consiglio comunale – la nostra voce. La politica si prenda la responsabilità di risolvere il problema, di dare tempi certi, di perseguire i responsabili di questo scempio ambientale. E chi ha competenza per farlo indaghi e punisca i colpevoli».