«Vicenza, barriere anti terrorismo: commedia all’italiana»

Il consigliere Claudio Cicero attacca l’amministrazione comunale di Vicenza sulle barriere anti terrorismo in centro storico: «Dopo la stagione degli aquadike, che avevamo compreso tutti essere per fortuna provvisori, ecco il secondo atto di una commedia comica all’italiana, con l’assessore che dirige la gru e provvede personalmente alle istruzioni per la posa di paracarri in cemento dalla dubbia efficacia. La chiusura di solo alcune vie del centro storico è assolutamente irrazionale e ridicola: chiusa una via e aperta la parallela, per non parlare del disegno dato a piazza Matteotti».

«Presenterò un’interrogazione – prosegue la nota di Cicero – per capire cosa stia facendo l’assessore Rotondi e quale sia la struttura comunale competente; chiedo inoltre di sapere cosa preveda il Piano comunale di Protezione civile, mai giunto in Consiglio, in materia di dispositivi antiterrorismo. Rotondi dimostra ancora una volta tutto il pressappochismo dei suoi uffici. La sicurezza della città, anche in tema di possibili atti terroristici, è importante; come anche il modo in cui si spendono, e, in alcuni casi palesi, si buttano i denari pubblici».

Tags: ,