Legge elettorale, Grasso lascia il Pd

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha lasciato il gruppo del Partito Democratico a Palazzo Madama, al quale era iscritto dall’inizio della legislatura, e di passare al Gruppo Misto. La decisione arriva nel giorno in cui il Senato ha approvato la nuova legge elettorale sulla quale il governo di Paolo Gentiloni ha posto cinque questioni di fiducia. Nelle scorse settimane Grasso si era impegnato in prima persona per evitare che il Governo ponesse la fiducia anche in aula a Palazzo Madama, per evitare di blindare la riforma elettorale.

Durante la votazione sulla Legge Rosato, il senatore M5S Vito Crimi ha chiesto a Grasso di dimettersi per bloccare la riforma. Decisa la replica del presidente: «Tutti sanno che il motivo per cui non ho accettato la candidatura alla presidenza della Sicilia è stato per potere continuare, con senso delle istituzioni, a espletare la mia funzione in quest’assemblea. Ritengo che questo sia il mio compito in questo momento. Le mie decisioni personali sono altra cosa. In questo momento io faccio il Presidente del Senato e vado avanti con il mio compito. Si può esprimere il malessere, ma non è detto che, quando si ha il senso delle istituzioni, si debba obbedire ai propri sentimenti».

Fonte: Repubblica

 

 

Tags: