Vicenza, fidanzata lo molla: sfascia auto della polizia

Sabato mattina un 21enne di origini peruviane residente a Vicenza ha sfasciato una volante della polizia. Intorno alle 9, il giovane ha suonato al campanello della questura e, una volta entrato nel cortile, si è scagliato contro la vettura con calci e pugni. A quel punto – riporta Matteo Bernardini sul Giornale di Vicenza a pagina 10 – gli agenti in guardiola sono usciti per tentare di calmarlo, invano. Per placare la violenza del ragazzo sono dovuti intervenire gli agenti delle volanti, scesi dal primo piano a difesa dei colleghi e dell’auto, già pesantemente danneggiata.

Alla fine per riuscire a fermarlo i poliziotti sono costretti a usare lo spray urticante. Il 21enne è stato denunciato per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Quando gli agenti gli hanno chiesto il perché di quel gesto, il 21enne ha risposto: «sono stato lasciato dalla mia fidanzata e sono anche sotto sfratto». Inoltre, proprio il giorno prima del raid, gli era stata ritirata la patente dai carabinieri. Tanto è bastato a scatenare la sua furia. Ora il giovane dovrà anche pagare i danni alla volante.

Tags:

Leggi anche questo