Bankitalia e Consob si contraddicono, Casini le riconvoca

Renato Brunetta (in foto), capo dei deputati di Forza Italia e vicepresidente della commissione d’inchiesta sulle banche presieduta da Pierferdinando Casini, al termine dell’audizione di nove ore di Bankitalia prima e Consob poi, ha confermato che le descrizioni delle due Authority sono state incoerenti tra loro. Come riporta il Giornale di Vicenza di oggi a pagina 13, Brunetta ha dichiarato che il fatto «ha prodotto un allarme dentro la commissione». E ha aggiunto: «Non è possibile che in questa vicenda nessuno paghi tranne tutti i contribuenti italiani e i risparmiatori truffati. Vogliamo trovare i responsabili, amministratori ma anche eventualmente chi doveva vigilare. Andremo a fondo».

Per Brunetta, è «impossibile» che Consob e Bankitalia non si siano accorte di nulla di fronte a «devianze notevoli come operazioni “baciate”, valutazione del capitale, profilazione opportunistica di clienti». E Casini, presidente della Commissione bicamerale d’inchiesta,allo scopo di chiarire i punti in questione ha convocato per giovedì 9 prossimo, stavolta in audizione congiunta, Carmelo Barbagallo, capo del Dipartimento vigilanza bancaria e finanziaria di Banca d’Italia e Angelo Apponi, il direttore generale della Consob.