«De Checchi per Treviso? Sarà guerra»

Forza Italia ha lanciato per Treviso la candidatura a sindaco di Andrea De Checchi, rompendo l’accordo con la Lega. Toni Da Re (in foto), segretario veneto del Carroccio, ha commentato: «è una dichiarazione di guerra: e allora, guerra sarà». Come riporta la Tribuna di Treviso di oggi a pagina 3, per il partito di Silvio Berlusconi il nome di De Checchi potrebbe allargare il consenso e vincere a Treviso, ma per Da Re «non è questione di nomi, ma di patti: l’accordo era chiaro, a Forza Italia il candidato sindaco di Conegliano, alla Lega quello di Treviso 2018».

Le considerazioni di Da Re non si fermano qui: secondo il segretario leghista Forza Italia avrebbe avuto un ruolo marginale nella vittoria al referendum per l’autonomia del Veneto, e ora vuole lanciare un segnale impedendo alla Lega di vincere proprio a Treviso, nonostante i leghisti abbiano «sempre onorato i patti». La “guerra”, secondo Da Re, potrebbe coinvolgere anche il resto del Veneto. Conclude il segretario: «Senza passi indietro non si faranno prigionieri. Nessuno si senta escluso, da Vicenza a Conegliano».