Ospedale, accordo Zaia-Giordani: la Regione compra Padova Est

E’ di ieri la notizia che la commissione tecnica sul nuovo ospedale di Padova ha deciso la data del 27 novembre per la riunione finale che decreterà l’area della città in cui sorgerà il policlinico. Ma, come scrive il Corriere del Veneto nell’edizione di Padova a pagina 8, il governatore della Regione, Luca Zaia, e il sindaco della città del Santo, Sergio Giordani, si sarebbero già accordati per tutelare il Comune dal rischio di danno erariale che potrebbe emergere dalla cessione da parte del Comune i 430 mila metri quadrati di Padova est a titolo gratuito alla Regione. L’idea di cedere le aree (280 mila metri quadrati di proprietà di Palazzo Moroni e 150 mila dei privati) gratuitamente, era stata lanciata dall’ex sindaco Massimo Bitonci per realizzare lì nuovo ospedale.

Ma ora, a fronte del rischio di danno erariale paventato dagli avvocati, la Regione Veneto avrebbe espresso la disponibilità ad acquistare per 50 milioni di euro il terreno di proprietà del Comune. Per valutare precisamente il costo dell’operazione, una perizia sui terreni in questione è iniziata già ieri mattina. Padova est è considerata strategica perchè lo Stato ha già messo messo a disposizione del Comune i 7 milioni per realizzare la nuova bretella stradale di collegamento con Padova ovest, il cosiddetto Arco di Giano. Se questo scenario dovesse verificarsi, Giordani dovrebbe dire addio al suo progetto di “nuovo su vecchio” ma ne uscirebbe a testa alta per due motivi: si prenderebbe il merito di aver evitato il danno erariale e avrebbe scongiurato il rischio di “buco nero” in città. Per l’attuale ospedale di via Giustiniani, c’è già infatti un progetto di riqualificazione e riconversione condiviso con l’Università.