Violento terremoto tra Iran e Iraq, oltre 300 morti

Un fortissimo terremoto di magnitudo 7.3 ha colpito l’Iran e l’Iraq causando 341 morti e più di 5000 feriti. Dalle testimonianze fotografiche si vedono interi edifici praticamente sbriciolati dalla potente scossa. La situazione più difficile si registra a Darbandikhan, dove l’ospedale è stato severamente danneggiato ed è ancora senza corrente elettrica.

 

I soccorsi sono resi particolarmente difficili dalle numerose frane che si sono innescate in seguito al sisma. Preoccupazione anche per due dighe gravemente danneggiate nel Kurdistan iracheno. Secondo l’istituto geologico americano, la scossa è stata registrata a una profondità di 25 chilometri, a una trentina di chilometri a sud-ovest della città di Halabja, in una zona montuosa della provincia irachena di Suleimaniyeh. Il sisma è stato avvertito alle 20:18, ora italiana, ed è stato chiaramente sentito anche in Turchia, dove non si registrano danni e vittime.

Fonte: repubblica.it

Ph: Twitter