Zaia a Gentiloni: «autonomia Veneto in 4 mesi»

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, accoglie con «interesse e soddisfazione» le aperture del premier Paolo Gentiloni che aveva definito la richiesta di autonomia «sacrosanta». Come scrive Enrico Santi sul Giornale di Vicenza a pagina 2, il premier aveva anche sottolineato la necessità di una «rivendicazione di efficienza e non di egoismo, di protagonismo nella solidarietà e non di separazione» e che «il legame coi territori è parte essenziale della coesione».

E Zaia ne approfitta per premere sull’acceleratore per portare a casa un risultato prima delle elezioni politiche che si potrebbero tenere a marzo dell’anno prossimo. «In quattro mesi – assicura il governatore – è possibile dimostrare che le intenzioni corrispondono a fasi reali. Questo governo può portarci a una fase intermedia, vale a dire alla firma dell’intesa». «Vogliamo trattare -spiega Zaia – sulla base dell’articolo 116 della Costituzione e sul tavolo ci sarà questo. Ci confronteremo sulla richiesta di autonomia su tutte e 23 le materie e sui nove decimi delle tasse. Entro venerdì si dovrebbe concludere l’iter della legge regionale che rappresenta il nostro contratto con i veneti. Appena approvata in Consiglio, si avvierà la trattativa, perciò dico che i tempi ci sono per arrivare all’intesa con il governo attuale».